Lo straming del Consiglio Comunale: trasparenza in primis

untitled.png

Di solito i politici ma anche gli amministratori cittadini durante la campagna elettorale criticano il disinteresse verso il voto e l’astensione relativa: non si pongono minimamente il problema di capire le cause di questa disaffezione. Qui ad Olgiate dimostreremo col programma alternativo che questo stato di cose si può combattere in modo efficace.

In primis con la trasparenza: se Benazzi verrà eletto Sindaco il suo primo impegno è di rendere il Consiglio Comunale una casa trasparente per tutti. Maggioranza e minoranze.

La tecnologia attuale ci consente di garantire l’informazione dei cittadini con uno strumento in più: lo streaming ossia la diretta (o anche la differita) dei lavori del Consiglio Comunale. Che è la massima assemblea decisionale del Paese.

I resoconti del Sindaco sul bollettino comunale o quello dei gruppi politici presenti in Consiglio Comunali sono sempre parziali e filtrati dalla persona scrivente, che magari sottolinea alcuni aspetti e sottovaluta o ignora altri.

Il cittadino merita un’attenzione primaria per le scelte democratiche che deve compiere: il voto deve essere il frutto di una valutazione ponderata degli elementi di sua conoscenza per operare la scelta della Lista da votare prima e sostenere dopo.

Diamo spazio quindi alla prima proposta amministrativa della Giunta Benazzi. Per ora Governo ombra ma sono le vostre decisioni che determineranno il successo dell’iniziativa che parte ad Aprile 2016, molto prima delle naturali scadenze.

Non ci piace proprio la convergenza fra opposizioni, teoricamente diverse, con PD che inciucia con lembi di maggioranza critica e le opposizioni di destra, fra cui gli estremisti leghisti e neofascisti. Ben noti sulla piazza. L’occasione di scontrarsi sulla pagina Facebook “Sei di Olgiate Se…” è costante non solo in occasione della Giornata della Memoria ma anche di Altra Europa.

Benazzi fa Governo o opposizione solo con le forze del Gruppo Coalizione Civica per l’alternativa. In democrazia la maggioranza e le opposizioni hanno pari dignità.

Non siamo amici del sindaco Montano ma nemmeno e di certo di Volpi, ex in tutto e per sempre grazie a Dio.

Il prossimo punto programmatico riguarda la costruzione di nuovi alloggi popolari. Sulla base della lunga lista di non assegnatati al bando di due anni fa fatto tramite ALER di Busto Arsizio. Purtroppo quella lista era pubblica in quel periodo ma non oggi. Ma ne teniamo conto visto che abbiamo buona memoria essendo risultato 12esimo in graduatoria fra tante decine e decine di partecipanti. Prima le case e poi i divertimenti!

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: