Gonnella, presidente di Antigone: “Sulla tortura è Alfano il capo del governo”

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Gonnella, presidente di Antigone: “Sulla tortura è Alfano il capo del governo”
La sede della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (Foto di CherryX)

Ha vinto Alfano. Il 19 luglio il Senato ha rinviato la discussione del disegno di legge per l’introduzione del reato di tortura a data da destinarsi. Evidentemente nel giro di una notte il Ministro dell’Interno è riuscito a convincere il Presidente del Consiglio Matteo Renzi a non tenere fede all’impegno assunto nell’aprile dello scorso anno, quando disse che chi governa un paese doveva rispondere alla condanna di Strasburgo per le torture nella scuola Diaz approvando una legge che le punisse quelle torture.

Ora il rischio tangibile è che per l’ennesima volta, come nei 28 anni passati, l’Italia resti senza una legge che consenta di perseguire chi si macchia di questo crimine contro l’umanità.

Ancora una volta i cittadini vittime di tortura nel nostro paese saranno costretti a rimanere senza giustizia in Italia e a rivolgersi alla Corte Europea dei…

View original post 193 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: