Archive for 12 febbraio 2019

Telefonata odierna della Polizia Postale di Milano

febbraio 12, 2019
Oggi ho ricevuto – a distanza di oltre un mese dalla denuncia –  una telefonata di chiarimento con la Polizia Postale di Milano sulle modalita° di ricatto di denaro subite dal Hacker che ha controllato il Profilo Maurizio Benazzi e tutte le decine di pagine tematiche associate a quel profilo a cui e° stata cambiata e.mail e numero di telefono.
Speriamo che si diano una mossa per intervenire su Facebook, nonostante la sede legale negli USA.
Noi continuiamo a postare ogni giorno come ospiti delle pagine. Si sono salvati solo i gruppi quaccheri.
Le prove sono tutte scomparse col blocco utente fra il mio precedente profilo hackerato e il nuovo profilo creato con altra email e numero di cellulare. Rimane la ns denuncia qui allegata.
www.ecumenics.eu in inglese
www.lessicocristiano.it in greco biblico
e quello personale www.mauriziobenazzi.it
Speriamo che Riforma ci dia una mano coi Valdesi….. Noi non siamo nelle Istituzioni .
Speriamo…

Meeting Minutes II parte

febbraio 12, 2019
Meeting Minutes – II parte
 
* Nasce a Novara Gianbattista Bazzoni, scrittore e patriota
 
Riteniamo di completare la meditazione non solo con la poesia in inglese ma anche con l°Agenda letteraria in commercio. C°e° chi mette i santi nella meditazione del mattino mentre noi laici citiamo i laici, a volte il Don Milani di turno per il suo messaggio nonviolento. Non e° solo dalla Bibbia o dalla Teologia cristiana la Luce interiore….Lo Spirito
soffia dove vuole. E se il Riformatore Zwingli con la sua pneumatologia* vedeva gia° nel XVI nei classici greci (Socrate in particolare) un messaggio di ispirazione cristiana…. c°e° insomma chi ha preceduto, in certi studi, i quaccheri sulla Guida interiore e ispirazione personale
del Divino. Anche per i non teisti, inconsapevolmente.
 
Si ritiene che l°inglese usato nei testi sia semplice, comunque siamo sempre disponibili a suggerimenti. Il Pastore metodista Herr frequenta quotidianamente e trasversalmente i siti quaccheri inglesi e americani. Si considera uno di noi, insomma.
 
* studiata di gran fretta alla Facolta° Valdese di Roma nel 2001.
Richiedila sul tuo cellulare o email ogni giorno gratuitamente

Meeting Minutes 12/2/2019 — quaccheri e hutteriti in Italia – richiedila via whatsapp al 3921943729 o a quaccheri@quaccheri.it

febbraio 12, 2019

Meeting Minutes Sembra sempre impossibile, finche° non viene realizzato. Nelson Mandela * 1938. Anchluss – Le truppe tedesche entrano in Austria * 1990 Nelson Mandela, leader sudafricano delll° A.N.C., viene liberato dopo 26 anni di carcere. * Mondialita° / Oggi e° il Darwin day Credo che anche i nostri sbagli ed errori non siano trascurabili, […]

via Meeting Minutes 12/2/2019 — quaccheri e hutteriti in Italia

HIT Show: la fiera vicentina è diventata la piattaforma di lancio per la diffusione delle armi e le politiche che la incentivano

febbraio 12, 2019

https://quaccheri.wordpress.com/2019/02/12/hit-show-la-fiera-vicentina-e-diventata-la-piattaforma-di-lancio-per-la-diffusione-delle-armi-e-le-politiche-che-la-incentivano/

11.02.2019 – Rete Italiana per il Disarmo

HIT Show: la fiera vicentina è diventata la piattaforma di lancio per la diffusione delle armi e le politiche che la incentivano
(Foto di Dagospia)
L’avevamo detto fin dalla prima edizione di HIT Show nel 2015: “In mancanza di un preciso codice di autoregolamentazione, la fiera HIT Show si configura come un’operazione di tipo ideologico per promuovere la diffusione delle armi e sostenere le politiche che la facilitano. Un’operazione che, in considerazione della crescente tendenza a rispondere con le armi a fronte di furti e reati alla proprietà, consideriamo inaccettabile”.
L’edizione della fiera che si conclude oggi a Vicenza non solo conferma le nostre previsioni, ma evidenzia in modo inequivocabile i reali obiettivi degli organizzatori: fare dell’evento fieristico HIT Show il luogo privilegiato per propagandare iniziative di chiara rilevanza politica per favorire proposte legislative di tipo privatistico e securitario con l’utilizzo delle armi da parte dei cittadini.
La visita a HIT Show di Matteo Salvini per annunciare che la nuova legge sulla legittima difesa sarà approvata a marzo e la sua presenza agli stand per imbracciare armi da fuoco, non sono certo un atto responsabile da ministro degli Interni, bensì rappresentano l’esercizio promozionale del leader di un partito e costituiscono un’indicazione – nemmeno tanto celata – di voto in vista delle prossime elezioni europee. Risultano gravissime e contrarie al ruolo istituzionale che ricopre soprattutto le sue dichiarazioni volte ad assecondare, se non ad incentivare, le pulsioni di “difesa fai da te” da parte dei cittadini: in qualità di ministro degli Interni, Salvini dovrebbe invece assicurare che la difesa dei cittadini sia esercitata dagli organi preposti e informare correttamente la popolazione riguardo alla minaccia che le armi, anche quelle legalmente detenute da privati cittadini, rappresentano per la sicurezza e l’incolumità di tutti, in particolare dei familiari e conviventi.
Questa operazione ideologica e politica è favorita dalle amministrazioni locali che sono i maggiori azionisti di Italian Exhibition Group (IEG), la società per azioni che insieme a Anpam, organizza HIT Show. Si tratta del Comune e della Provincia di Rimini, del Comune e della Provincia di Vicenza e della Regione Emilia Romagna. Da diversi anni chiediamo agli amministratori di questi Enti locali, ed in particolare ai sindaci di Rimini e di Vicenza, di farsi promotori presso IEG di un regolamento rigoroso di HIT Show per prevenire l’uso dell’evento fieristico per scopi non conformi alle finalità dichiarate. La mancata implementazione di questo regolamento, nonostante le richieste espresse anche in mozioni approvate nei Consigli comunali delle due città, è un’evidente manifestazione della volontà degli organizzatori di HIT Show di utilizzare il salone fieristico come la piattaforma di lancio nazionale per incentivare la diffusione delle armi e sostenere le politiche che la favoriscono. Un’operazione che riteniamo pericolosa ed inammissibile in considerazione del clima di rancore, risentimento e odio che va diffondendosi sempre più nel nostro Paese che non dovrebbe essere assecondato bensì decisamente contrastato con iniziative culturali capaci di ridurre le tensioni e con politiche in grado di superare le cause che ne sono all’origine.
Rinnoviamo pertanto la nostra richiesta alle Amministrazioni di Rimini e di Vicenza, e soprattutto ai due sindaci, Andrea Gnassi e Francesco Rucco, ad assumere al più presto e con fermezza tutte le iniziative necessarie nei confronti degli organizzatori di HIT Show, ed in particolare la dirigenza di Italian Exhibition Group (IEG), affinché venga implementato un codice di responsabilità sociale d’impresa e relativo regolamento in grado di garantire che il salone fieristico “HIT Show Outdoor Passion” sia conforme alle finalità dichiarate e cioè una manifestazione “dedicata alla caccia, al tiro sportivo e all’outdoor”, escludendo pertanto l’esposizione di armi e strumenti non conformi a questi settori (armi da difesa personale, per corpi di polizia e di sicurezza pubblica e privata, armi da guerra ad uso collezionistico, ecc.), vietando ogni tipo di attività a iniziative di rilevanza politica (raccolte di firme per petizioni o campagne di qualsiasi genere e attività ad esse inerenti), proibendo l’esposizione di materiali pubblicitari per formazioni di tipo paramilitare e mercenario e vietando l’accesso agli spazi espositivi di armi a persone che non abbiano compiuto la maggiore età anche se accompagnate.
Esprimiamo il forte rammarico per l’assenza dei sindaci di Rimini e Vicenza al dibattito pubblico sul salone fieristico HIT Show al quale li avevamo invitati in occasione del convegno che abbiamo organizzato sabato scorso a Vicenza. Riteniamo molto grave che i rappresentanti di amministrazioni comunali si sottraggano al confronto pubblico su questioni di chiaro interesse nazionale come il salone fieristico HIT Show ed ancor più in considerazione del loro ruolo di rappresentanti degli enti pubblici che sono tra i maggiori azionisti della società per azioni che organizza il salone fieristico.
Manifestiamo, infine, la nostra disponibilità a proseguire l’interlocuzione con le suddette Amministrazioni e con tutte le parti interessate affinché si arrivi al più presto a definire strumenti idonei per superare l’anomalia che HIT Show rappresenta nel panorama fieristico europeo e per pervenire ad un preciso e rigoroso regolamento per gli espositori e per i visitatori che espliciti l’assunzione di responsabilità etica e sociale della manifestazione fieristica.
Comunicato congiunto di OPAL  Rete Disarmo

 

 


Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, Aspergers syndrom, samhällsdebatt

Pioniroj de Esperanto

esplori la pasinton por antaŭenrigardi = esplorare il passato per guardare avanti

Haoyan Do

stories about English language and people in Asian communities in America and in Asia.

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Luciana Amato

Parole e disincanto

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Acquistaditutto.com

acquistionline,venditeonline,sport,casa,smartwatch,smartphone,iPhone,integratori,cucina,motori,pizza,pasta,

Giornalista Indipendente

Riproduzione Riservata - Testata Giornalistica n.168 del 20.10.2017

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

among Friends

the blog of four Quakers

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore: Stefano Ligorio

Quaker Scot

Occasional thoughts from Troon and beyond

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.