Archive for 28 aprile 2019

Un nuovo testo da digitalizzare

aprile 28, 2019
Iniziata oggi pomeriggio la digitalizzazione di un testo di 45 pagine: siamo alla prima… ma arriveremo al traguardo entro giugno (fatto le fotocopie su scanner). Poi l’ultimo testo più impegnativo di Angiolo Maros Dell’Oro “Giorgio Fox e i quaccheri” Editrice esperienze. 202 pagine da scrivere sul web
 
!
Giorgio Fox e la religione laica degli “Amici”
 
Contributo alla formazione delle coscienze religiose
 
Di Giovanni Pioli , nel terzo centenario della origine del Movimento (anni ’45-49)
 
 
 
Circa un terzo della popolazione del nostro pianeta professa nominalmente il Cristianesimo, e di questi, meno della metà il Cattolicesimo.
 
Il tipo di Cristianesimo ortodosso, che al cercatore indipendente di verità offre un Credo antiquato e una raccolta voluminosa di Concilii e di Sillabi; che , quale mezzo per sublimare e trascendere se stesso, offre al fedele riti e sacramenti dotati di virtù magica; che al viandante desideroso di un amico, esperto compagno di via, offre di arruolarsi in un gregge e seguire docilmente il pastore autoritario, – il quale a sua volta dipende da un pastore supremo, assoluto sovrano, – questo tipo di Cristianesimo voi lo conoscete: come volontari frequentatori di prediche e di catechismi, ovvero come uditori obbligati nelle scuole di Stato italiane, alle quali il Concordato impose l’insegnamento cattolico: e non occorre che io ve ne parli. Con la sua teologia d’origine ellenica, liturgia orientale, e organizzazione romana; grazie ad abilità e virtù di suoi membri e agli stessi difetti e alle debolezze del sistema, , e livellan dosi all’umanità media , esso ha posto radici vaste e tenaci, se non profonde, e offre un aspetto massiccio e coerente a chi, sfornito di acuto senso critico e di esigenze spirituali superiori, ne esamini l’architettura esteriore e l’apparente solidità strutturale.
 
Vorrei oggi presentarvi invece un altro tipo di Società religiosa largamente cristiana, caratterizzata: dall’assenza di qualunque credo dottrinale, pur con libertà ai suoi membri di aderire a dottrine fondamentali e tradizionali cristiane; dall’importanza prevalente, assorbente assegnata a una concezione morale ispirata specie dal “Discorso del Monte”, ma presa sul serio, e non giocando a rimpiattino con la propria coscienza, dall’eliminazione completa , radicale , di qualunque sacerdotalismo, di qualunque sacramentalismo e ritualismo; quindi dalla completa laicità in religione, senza intermediari di sorta, ma non senza una valida fraterna assistenza nel cammino della vita spirituale: e governata da una teocrazia democratica, che riconoscendo la rivelazione dell’anima dell’universo nella voce di tutte le coscienze che riconoscono nell’uomo Dio. Giacchè è solo dall’esperienza di ciò che di divino abbiamo constatato nell’uomo che ci è possibile indurre l’idea di Dio , e non già viceversa. “Qualunque cosa sia Dio, l’uomo è divino” (Pandit Nehru).
 
(…)
 
 
Continua dopo il 9 maggio, a conseguimento dell’esame di teoria della Patente B. …Se non va coi” trucchi” nei quiz, pazienza, rinuncio a pagare una autoscuola guida per aver fatto magari 4 errori. Viaggio coi mezzi pubblici dal lunedì al sabato (escluso la domenica) come faccio da 4 anni.

MEETING MINUTES

aprile 28, 2019
Meeting Minutes del 28/5/2019: buona domenica
 
Ciò che è scritto senza sforzo è generalmente letto senza piacere
 
Samuel Johnson
 
 
* 1945 Leonard Dallasega, soldato delle SS nato in Trentino, viene fucilato ad Ala (TN) per essersi rifiutato di sparare ad un prete
 
* Pasqua ortodossa
 
*2 domenica di Pasqua (occidentale) o della Divina Misericordia
 
* Giornata mondiale dell’amianto: ricordiamo nelle nostre preghiere odierne il Prof. Bori di Bologna, unico italiano iscritto a Londra alla Società degli Amici, ex sacerdote e prof. dell?unesco oltre che universitario, morto vent’anni dopo l’esposizione all’amianto mentra insegnava in una scuola vicina a uno stabilimento contaminato.
 
*Sa die sa Sardegna (giornata del popolo sardo).
 
* 1926 nasce a Monroeville Haeper Lee, scrittrice statunitense (Il buio oltre la siepe)
 
 
” “Dio” non è per noi un concetto generale con cui indichiamo teoricamente il Sommo, il Santo dei Santi, l’Onnipotente, bensì è un Nome , la cosa più sacra che abbiamo.
 
Dietrich Bonhoeffer
 
Il Sito ormai abbandonato del prof. Bori è stato riportato quasi interamente sui nostri siti attuali: il suo lavoro sul web non è andato perso. La stessa cosa per i quaccheri Davide Melodia e uno scritto di Penna sul suo vagabondare nel mondo per essersi rifiutato di fare il servizio militare quando era obbligatorio. La pena da cui fuggiva era l’arresto! E’ anziano ormai e felicemente sposato con una musulmana vicino a Desenzano del Garda o in Madadascar, nella stagione bella.

Trieste: lo sfruttamento degli atleti non si combatte con l’esclusione dallo sport

aprile 28, 2019

27.04.2019 – Trieste – ASGI Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione

Trieste: lo sfruttamento degli atleti non si combatte con l’esclusione dallo sport
(Foto di runners.it)

L’ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione) esprime sconcerto per le dichiarazioni del presidente dell’associazione organizzatrice della mezza maratona “Half Marathon Runners” di Trieste, secondo le quali non saranno invitati a partecipare alla gara atleti provenienti dal continente africano in ragione dello “sfruttamento” di cui sarebbero soggetti dalle agenzie che si occupano delle pratiche relative alla loro partecipazione alle gare.

L’ASGI ricorda come le norme del diritto sportivo e quelle dello stesso regolamento della gara non consentono discriminazioni fondate direttamente sulla nazionalità o sul continente di provenienza, né tanto meno, direttamente o indirettamente, sull’elemento etnico-razziale.

Le dichiarazioni ed il conseguente comportamento annunciato dal Presidente della “Half Marathon Runners Trieste” costituiscono pertanto una modifica unilaterale e, dunque, del tutto arbitraria, delle norme del diritto sportivo e dello stesso regolamento della gara che, preannunciando il mancato invito di atleti provenienti dall’Africa, fonda una inammissibile discriminazione direttamente basata sulla nazionalità e, indirettamente, anche sull’elemento etnico-razziale, in contrasto con il sistema internazionale dei diritti dell’Uomo, il principio costituzionale di uguaglianza, le direttive europee in materia di non discriminazione (direttiva 2000/78) e la stessa legislazione sportiva.

L’ASGI ricorda che un comportamento o una prassi suscettibile di determinare nei fatti una disparità di trattamento fondata indirettamente sul colore della pelle, costituisce una discriminazione vietata da norme anche internazionali (la Convenzione ONU sull’eliminazione della discriminazione razziale) ed europee se non è sorretta da una finalità legittima perseguita con mezzi appropriati e necessari tali da soddisfare un requisito di proporzionalità.

A tale riguardo, se anche il fine proclamato fosse legittimo (la lotta all’asserito sfruttamento degli atleti africani da parte delle agenzie), i mezzi con i quali verrebbe perseguito (l’esclusione tout court degli atleti africani dalle gare) sarebbero incongrui e sproporzionati. E’ di tutta evidenza, infatti, che se vi sono situazioni di sfruttamento queste vanno superate intervenendo a sostegno degli atleti sfruttati e non precludendo loro la partecipazione a gare che, oltre a essere espressione del diritto di libertà che presiede anche all’attività sportiva, rappresentano una occasione per emergere e superare la situazione di sfruttamento che gli organizzatori dichiarano di voler contrastare.

Ugualmente, nella modalità in cui tale prassi o comportamento è stata presentata e messa in atto, la misura rischia di rafforzare atteggiamenti di esclusione e pregiudizio razziale sempre più diffusi socialmente nel nostro Paese, con l’ulteriore effetto negativo di stigmatizzazione nei confronti delle persone di origine africana che viene a prevalere sui proclamati ed asseriti obiettivi di pubblica utilità.

L’ASGI ricorda che sussiste discriminazione razziale per il fatto obiettivo dei risultati e delle conseguenze attese da un determinato comportamento, a prescindere delle intenzioni del soggetto che lo mette in atto.

Risultando evidente la natura discriminatoria e, dunque, illegittima, del comportamento annunciato, l’ASGI ha inviato all’associazione organizzatrice della gara una diffida a cessare il comportamento discriminatorio, così come inoltrerà appositi esposti sulla vicenda alla FIDAL, al CONI, all’UNAR (Ufficio Nazionale Anti-Discriminazioni Razziali c/o la Presidenza del Consiglio dei Ministri), così come si riserva di avviare un’azione giudiziaria antidiscriminazione presso il tribunale competente, chiedendo una sanzione effettiva, proporzionata e dissuasiva per la discriminazione operata, in linea con quanto previsto dalle norme antidiscriminatorie italiane ed europee.

L’attività sportiva- conclude ASGI – dovrebbe riflette i valori della fratellanza, della tolleranza, del rispetto del pluralismo e delle diversità e non certo veicolare messaggi divisivi e discriminatori tali da danneggiare la coesione sociale ed inficiare l’inclusione sociale dei soggetti appartenenti a minoranze sociali.


Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, Aspergers syndrom, samhällsdebatt

Pioniroj de Esperanto

esplori la pasinton por antaŭenrigardi = esplorare il passato per guardare avanti

Haoyan Do

stories about English language and people in Asian communities in America and in Asia.

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Luciana Amato

Parole e disincanto

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Acquistaditutto.com

acquistionline,venditeonline,sport,casa,smartwatch,smartphone,iPhone,integratori,cucina,motori,pizza,pasta,

Giornalista Indipendente

Riproduzione Riservata - Testata Giornalistica n.168 del 20.10.2017

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

among Friends

the blog of four Quakers

Medicina, Cultura, e Legge.

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore: Stefano Ligorio.

Quaker Scot

Occasional thoughts from Troon and beyond

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.