Archive for 13 luglio 2019

La Luce Interiore -1a parte

luglio 13, 2019

LA LUCE INTERIORE – MISTICA DI G. FOX

 

Ma occorre facciamo qui un piccolo sforzo per approfondire alquanto l’esperienza e il principio fondamentale della “Luce Interiore” degli Amici. C’è una pagina del Giornale, che sembra prezioso anello di congiunzione fra la concezione fondamentale del Cardinale Cusano in: De docta ignorantia (Della dotta ignoranza (1449) , e quella del Vico in Scienza Nuova (1774) ; tra i motivi di naturalismo magico della Rinascenza , e le concezioni intuizionistiche moderne.

Il Cusano aveva lì espresso l’intuizione , anzi “rivelazione” , ricevuta “superno dono  a patre luminum” , della onnipresenza dell’universo intiero in ogni singolo oggetto, “benchè in modo contratto , si da non essere questo, in atto , che quello che esso singolo è veramente”. Sicché Dio è in tutte le cose, perché tutte le cose sono in Lui… per la mediazione dell’universo”; e “dire che qualsivoglia cosa che è in qualsiasi cosa, non è altro che dire: Dio , attraverso il tutto, è in tutto; e tutte le singole cose, attraverso il tutto, sono in Dio”. “E se si consideri un individuo in cui si sia incarnata in forma contratta l’umanità assoluta, “questa ti apparirà quasi come Dio; e quell’umanità contratta, che è l’uomo individuo, quasi come l’universo”.

Ancora, per il Cusano – “nulla l’intelletto umano può comprendere che non sia già contratto in lui, e quindi non sia se stesso in modo contratto… : giacché comprendere è esplicare , per note e segni analoghi, un certo qual modo analogo che già si trova in lui in modo contratto”.

Nel Rinascimento si faceva quindi strada l’idea naturalistico-magica, che se l’uomo è compendio ed esponente dell’universo e fuori di lui non vi sono che frammenti, egli possiede il potere non solo di comprendere ma anche di assoggettare a sé le forze della natura, svelandole, dominandole, collaborando con gli spiriti, buoni o cattivi, per ottenere i suoi intenti.

  1. Fox , con una visione più spirituale, integra quest’analisi del “Dio è in tutte le cose o ogni cosa è Dio, perché tutte le cose sono in tutte le cose”, nell’esperienza religiosa immediata dell’anima umana in Dio; e non pago di sapere che chi in ogni cosa riconosce un’espressione dell’Universo intiero ha visto in ogni cosa Dio, né di attribuire all’uomo , microcosmo, la virtù di scoprire e dominare le forze della natura, proclama che è nella unione mistica con Dio che l’uomo acquista la conoscenza e il dominio del mondo fisico, delle coscienze, e dell’arte di governo. Ecco la pagina , veramente straordinaria ed audace per un giovane incolto, all’età di 25 anni, novizio nelle vie dello spirito , ridotta con alcune recisioni:

“Dio m’introdusse in grandi verità, e mi furono rischiarate meravigliose profondità, al di là di ciò che può essere spiegato con parole…

Il Signore m’illuminò su tre punti, relativi alle tre grandi professioni del mondo: la medicina, la così detta teologia, e la legge. E’ in proporzione che gli uomini si lasciano dominare dallo spirito di Dio e crescono ad immagine e nel potere dell’Onnipotente, che essi possono ricevere la parola della sapienza che tutte le cose rivela, e giungere a conoscere l’unità che si asconde nell’Essere Eterno. Mi trovò che i medici erano privi della sapienza di Dio per mezzo della quale le creature furono fatte; e perciò non conoscevano la loro virtù ; che i preti erano privi della vera fede, che purifica e concede la vittoria e conduce il popolo fino a Dio…; mistero di fede che solo una pura coscienza comprende.  E mi mostro’ ancora , che i giuristi erano privi dell’equità e della vera giustizia, e lontani da quella legge di Dio  che giudicò la prima trasgressione e tutte le colpe e che corrisponde all’offesa fatta allo Spirito di Dio, il quale viene contristato ed offeso nella persona dell’uomo. Mi fecero vedere come  queste tre classi… governano il mondo…senza sapienza, senza fede, e senza l’equità e la legge di Dio: gli uni pretendono di curare i corpi, gli altri di curare le anime, e i terzi di aver cura della proprietà privata, pur essendo privi della sapienza, della fede, dell’equità e della perfetta legge di Dio….: Tutti avrebbero potuto essere riformati dal potere di Dio: i preti essere adotti alla vera fede, che è un dono di Dio; i giuristi condotti a quella legge di Dio che fa amare il prossimo come noi stessi…e fa vedere all’uomo, che se egli offende il suo prossimo offende se steso, e gli insegna a fare agli altri quello che vorrebbe che essi facessero a lui; i medici essere riformati anch’essi  e, imbevuti di quella sapienza di Dio dalla quale tutte le cose furono fatte e create, acquistate una giusta conoscenza delle creature e comprendere le loro virtù medicinali, di cui furono dotate dalla parola di sapienza che le fece e che le sorregge”.

Si rifletta sui concetti fondamentali di questa pagina: Qui, un secolo prima di Vico, è , a così dire, ripreso e corretto o integrato il criterio Vichiano della conoscenza. “Si può conoscere veramente una cosa “ – scriverà il Vico , – “solo quando la si fa”: il vero s’identifica col fatto. Perciò Dio soltanto può avere scienza perfetta delle cose tutte, perché Egli le crea. Invece l’uomo essere imperfetto, piò procurarsi solo conoscenze frammentarie, ristrette a ciò che egli fa, – quale le verità matematiche”.

  1. Fox così corregge ed integra: L’uomo diventando partecipe, nell’unione con Dio, – cioè immergendosi nella profonda intima essenza delle cose- della sua Sapienza, acquista anch’egli la conoscenza di quelle virtù delle cose che Dio conosce perché le fece e sorregge.

Fu G. Fox condotto a tale straordinaria visione e affermazione, dalla sua propria esperienza di conoscenze preternormali, “metapsichiche”; dalle sue chiaroveggenze e previsioni; dalle numerose guarigioni effettuate: poteri di cui nel Giornale si trovano copiosi esempi? Sarebbe la sua una teoria, a così dire, di “magia” religiosa, anziché antroposofico-naturalistica? Certo, la lettura del Giornale, ci pone in presenza di una personalità dotata di straordinarie qualità psichiche; e sarebbe desiderabile, che uno studio più approfondito su G. Fox “medium” – analogo a quello già stato fatto su Santa Teresa di Gesù “medium” – fosse condotto e pubblicato dalla Società degli Amici (Vedi “Divinity in Man” di J.W; Graham , cap.XII; le ricerche del prof. Henry J. Cadbury , dalle quali risultano più di 150 casi di cure operate da G. Fox, allora considerate “miracolose” oggi “psichiche”; lo studio di R. M. Jones sugli elementi psichici nella personalità di G. Fox).. Che, del resto, nelle origini del movimento da G. Fox  promosso abbiano abbondato i fenomeni  “metapsichici” di telepatia, chiaroveggenza, previsione  ecc. risulta , fra l’altro , dalla raccolta storico -critica fattane da J.W. Graham in Psychical Esperiences of Quaker Ministers. E’ quanto si constata nella storia di tutti i riscegli (“revivals”) religiosi, i quali agitando potentemente e facendo affiorare le forze giacenti sotto la soglia della conoscenza, “l’io sublimale” sembrano offrirle barlume di anticipazione di quello che sarà. Forse lo stato dell’uomo emancipato dai limiti dello spazio, del tempo e del carcere corporeo che fraziona l’io universale negli individui isolati.

Altro concetto fondamentale di George Fox è che la scienza e l’arte del governo e del magistrato è possibile solo a chi, e in proporzione che, abbia in Dio visto che “l’uomo che offende il prossimo offende se stesso”; a chi abbia cioè la visione dell’unità costituzionale della natura di tutti gli uomini, nell’essere in cui tutti vivono; “Non sai tu che tu sei me?” (Victor Hugo). Unità costituzionale, senza la cui intuitiva visione sarebbe freddo e irragionevole l’appello della legge etica insita nell’uomo del “fare agli altri quello che vorremmo fosse fatto a noi” Perché ciò, se noi fossimo distinti realmente dagli “altri” ? La visione che ogni offesa fatta l’omo è offesa la comune natura e trasgredita la comune legge divina, s’identifica quindi con la visione diretta di ciò che di Dio è nell’uomo, e dell’uomo in Dio. E “il mistero di fede che solo una pura coscienza comprende”, di Fox, non è una presuntuosa teologia – vana ciarla di chi osa esprimere l’ineffabile e offendere il silenzioso omaggio della contemplazione – ma è “accesso a Dio”, “un dono di Dio”; e solo chi lo possiede può “curare le anime”:

(continua )

Meeting Minutes

luglio 13, 2019

Meeting Minutes del 13 luglio 2016: shabbat shalom

Guai a chi accumula ciò che non è suo! Fino a quando? (Abacuc 2,6)
STRANGER
No one is a stranger
unloved and alone .
But a new friend
With a soul like my own
David Herr

Oggi pubblichiamo la notizia nonviolenta solo in inglese: Stop Killer Robots before it is Too Late!

La solidarietà non è dare, ma agire contro le ingiustizie.

Abbè Pierre

* 1936 Inizia la guerra civile spagnola

* 1894 nasce a Odessa  Isaak Babel, giornalista, drammaturgo e scrittore russo

“Visto che il cristiano non può più ritenersi saggio, allora valuterà poco i suoi piani e propositi, sapendo che è bene che la sua volontà sia spezzata nell’incontro col prossimo”

Dietrich Bonhoeffer

Stop Killer Robots before it is Too Late!

luglio 13, 2019

13.07.2019 – Budapest, Hungary – Pressenza Budapest

Stop Killer Robots before it is Too Late!

On June 6, 2019 a kick-off meeting was held at CEU in Budapest organized by CELAB and activists of the Campaign to Stop Killer Robots – Hungary, to raise awareness on Lethal Autonomous Weapons Systems (LAWS) or killer robots.

Machines have begun to take the place of humans on the battlefield. Some military and robotics experts have predicted that fully autonomous weapons could be developed in the coming years. Such weapons, also known as killer robots, would be able to select and engage targets without human intervention. Their use could undermine the protection of civilians in armed conflict.

The seminar is aimed at sharing knowledge on fully autonomous weapons prompt conversations among scientists, AI and robotics experts, tech companies, students and civil society to promote a national and international ban on LAWS.

To date, Hungarian state policy on autonomous weapons is unknown despite strong opposition in Hungary: a recent survey conducted by IPSOS in 26 countries found that 74% oppose the development and use of autonomous weapons.

The Campaign to Stop Killer Robots calls on the government to preemptively ban the development, production, buying and use of fully autonomous weapons, or killer robots, and participate actively on CCW meetings in Geneva as well as articulate their views on the concerns raised by fully autonomous weapons;

After years of voicing concerns, AI leaders have, for the first time, taken concrete action against lethal autonomous weapons, signing a pledge to “neither participate in nor support the development, manufacture, trade, or use of lethal autonomous weapons.”

Activists of the Campaign to Stop Killer Robots – Hungary calls on AI and robotic experts, academic allies and all technological companies to pledge never to contribute to the development of fully autonomous weapons or other technologies whose principal purpose is to cause harm or directly facilitate injury to people;

Sign petition here: https://futureoflife.org/lethal-autonomous-weapons-pledge/

“We do not have long to act. Once this Pandora’s box is opened, it will be hard to close”

The Campaign to Stop Killer Robots is an international coalition of more than 106 non-governmental organisations in more than 54 countries. The campaign was formed in October 2012 and is working to ban fully autonomous weapons and thereby retain meaningful human control over the use of force. www.stopkillerrobots.org

More information: Dalma  Bíró, activist, campaign coordinator in Hungary, +36 30 822 1127

Budapest, June 6, 2019

Activists of the Campaign to Stop Killer Robots – Hungary


Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, Aspergers syndrom, samhällsdebatt

Pioniroj de Esperanto

esplori la pasinton por antaŭenrigardi = esplorare il passato per guardare avanti

Haoyan Do

stories about English language and people in Asian communities in America and in Asia.

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Luciana Amato

Parole e disincanto

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Acquistaditutto.com

acquistionline,venditeonline,sport,casa,smartwatch,smartphone,iPhone,integratori,cucina,motori,pizza,pasta,

Giornalista Indipendente

Riproduzione Riservata - Testata Giornalistica n.168 del 20.10.2017

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

among Friends

the blog of four Quakers

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore: Stefano Ligorio

Quaker Scot

Occasional thoughts from Troon and beyond

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.