Archive for 24 dicembre 2019

Un messaggio di mezzanotte da silenziare sui media

dicembre 24, 2019

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Traffico di organi e bambini scomparsi, drammi silenziati

traffico-di-organi
 

Pochi ne parlano, tranne quando un caso diventa clamoroso. Questo perché, da sempre, riportare notizie sulle sparizione di bambini getta nello sconforto e nella rabbia la popolazione, che a sua volta perde fiducia nelle istituzioni. Noi riteniamo che sia giusto informare sulla questione dei bambini scomparsi e del traffico di organi, vere emergenze non solo in Italia, dove ogni due giorni si perdono le tracce di un minorenne e quattro su cinque non vengono più ritrovati. Della maggior parte di loro non si sa più nulla. In Italia, nel 2017, solo il 16,9 per cento dei casi gestiti da Telefono Azzurro Onlus si è risolto positivamente.

Bambini invisibili e bambini irreperibili

Un esercito di “invisibili” che non tiene conto degli “irreperibili”. Secondo il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, “per irreperibili” si intendono i…

View original post 964 altre parole

“For Sama,” the Right Dose of Oxytocin

dicembre 24, 2019

Ecumenics without churchs by www.quaccheri.it

24.12.2019 – Pressenza New York

“For Sama,” the Right Dose of Oxytocin
Waad al-Kateab and Sama in For Sama

By Jhon Sánchez

Like Tim O’Brien in “How to Tell a War Story,” from “The Things They Carried,” I start this article with the following: ‘This is true. We have a buddy [in Siria.]” Her name is Waad al-Kateab, a journalist. Waad documents her family life, marriage, and pregnancy from Aleppo, a city of four million people under siege by the government of Bashar Hafez al-Assad.’ I’m writing about the new documentary on Syria called “For Sama.”

The camera rattles as the bombs are being dropped each time closer, each time louder. Our protagonists may get hit. Waad’s husband is one of the less than thirty doctors that remain in the city. Part of the film takes place in the improvised hospital founded by her husband, Hamza. We enter in the family circle, and in the inner thoughts…

View original post 613 altre parole

Il lavoro di Giacomo sui quaccheri francesi

dicembre 24, 2019

Ciao Maurizio ho tradotto questo articolo da Evangile et Liberté, il mensile dei protestanti liberali di lingua francese, inerente i quaccheri. Giudica tu se va bene per i tuoi blog. Sul loro sito (dei quaccheri francesi) ci sono poi altri articoli, a cui nei prossimi giorni darò un’occhiata. Un saluto Giacomo

La pratica quacchera, basata sul silenzio e la meditazione interiore, dà forse l’impressione di essere una spiritualità molto individualista. Al contrario: come dimostrano Richard e Sylvette Thompson, la spiritualità quacchera implica un forte coinvolgimento nella società degli uomini.

 

Esperienza e pratica dei quaccheri in Francia

 

Di Richard* & Sylvette Thompson

 

Traduzione di Giacomo Tessaro

 

* Richard Thompson è divenuto quacchero in Inghilterra nel 1969, e ha scoperto la Casa Quacchera (Maison Quacker) di Congénies nel 2004. Attualmente è segretario del gruppo quacchero della Linguadoca.

 

Quest’anno i quaccheri di Francia marcano una tappa della loro storia con la pubblicazione del loro libro “Esperienza e pratica”; a differenza dei quaccheri di altri Paesi, che utilizzano il titolo “Fede e pratica”, noi abbiamo scelto di mettere l’accento sulla nostra esperienza.

 

Agire su se stessi

 

Per prima cosa, è molto importante l’”esperienza insieme”, che risale ai primi tempi del cammino quacchero, nel 1652, quando Margaret Fell ascoltò predicare George Fox. Quel giorno Fox cominciò ricordando l’insegnamento di Paolo in Romani 2 sull’importanza della nostra esperienza interiore, proseguendo poi affermando che Cristo è la luce del mondo, che illumina ogni persona che viene al mondo. Fox parlava di un autentico cambiamento di cuore, che passasse da un’eccessiva attenzione a se stessi all’amore che si prende cura dell’altro. Scrisse più tardi Margaret Fell: “Le sue parole mi hanno aperta, e hanno ferito il mio cuore. Ho visto chiaramente che avevamo tutti torto. Mi sono seduta al banco e ho pianto amaramente, gridando nella mia mente al Signore: siamo tutti dei ladri; abbiamo rubato le parole degli scritti ispirati altrui, ma in noi stessi nulla sappiamo dell’ispirazione”.

 

È quindi importante, per i quaccheri, utilizzare le proprio risorse personali, e secondo le parole di George Fox “così, ogni uomo e ogni donna nel mondo intero deve pervenire allo spirito e alla verità nel proprio cuore”. Dobbiamo anche valutare la nostra condizione interiore, al tempo stesso positiva e negativa. Diceva George Fox, in linguaggio moderno: “Voi avete la capacità di vedere il male, la forza interiore per resistervi e la consapevolezza che tale forza è sempre disponibile”.

 

Quale pratica seguiamo noi quaccheri, dunque, per aprirci a questa energia? Prima di tutto, le nostre riunioni. Vivere insieme il silenzio ha qualcosa di misterioso. Siamo in ascolto, ed è quindi importante far passare del tempo dopo ogni contributo. Non abbiamo gerarchie. Il silenzio sottintende il reciproco rispetto, sottolineando l’esperienza personale. Ci sono riunioni settimanali a Parigi e Congénies, e mensili a Tolosa e a Nantes; altri piccoli gruppi si riuniscono in case private.

 

Una luce per il mondo

 

Una sezione del nostro libro “Consigli e domande” ci aiuta nella nostra vita quotidiana; comincia con “Considerate con attenzione, cari Amici, le ispirazioni di amore e verità nei vostri cuori, perché vengono dallo Spirito”. Questo implica un’energia attiva, che ci spinge a vivere la vita con amore.

 

Un’altra nostra pratica è l’Esperienza con la Luce, una meditazione guidata che permette di prestare attenzione alla propria luce interiore e di aprire il cuore alla verità. Aspettiamo nella luce, e ci sottomettiamo alla verità. Dopo la meditazione, se lo desideriamo, possiamo condividere la nostra esperienza, che per noi è fonte di forza.

 

A cosa serve tutto questo? C’è un libro in inglese di John Gwatkin, il cui titolo in italiano suona “Cos’hanno mai fatto i quaccheri per noi?”, il quale mostra che i quaccheri sono all’origine di un grande numero di movimenti che hanno posto le fondamenta della nostra società moderna, come quello per lo sviluppo della democrazia, quello per la lotta contro la schiavitù, per la creazione delle prime scuole per i neri negli Stati Uniti, per l’aiuto alle vittime di guerra, per le giurie nei processi, per la riforma delle carceri, per i primi ospedali per le malattie mentali… la lista continua per altre 38 pagine! Con le parole del filosofo inglese Theodore Zendling “I quaccheri hanno avuto più influenza sul modo in cui gli esseri umani trattano se stessi, di qualsiasi governo”.

 

Centre Quaker, 11 avenue des Quakers, 30111 Congénies. Telefono: +33 04 66 83 86 33

Il bollettino trimestrale è disponibile gratuitamente online su http://www.quakersenfrance.org


Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, Aspergers syndrom, samhällsdebatt

Pioniroj de Esperanto

esplori la pasinton por antaŭenrigardi = esplorare il passato per guardare avanti

Haoyan Do

stories about English language and people in Asian communities in America and in Asia.

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Luciana Amato

Parole e disincanto

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Acquistaditutto.com

acquistionline,venditeonline,sport,casa,smartwatch,smartphone,iPhone,integratori,cucina,motori,pizza,pasta,

Giornalista Indipendente

Riproduzione Riservata - Testata Giornalistica n.168 del 20.10.2017

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

among Friends

the blog of four Quakers

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore: Stefano Ligorio

Quaker Scot

Occasional thoughts from Troon and beyond

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.