Invasione di campo – Storie di numeri sulla maglia e sulla pelle

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

27.01.2020 – Gianluca Gabriele – Redazione Torino

Invasione di campo – Storie di numeri sulla maglia e sulla pelle

La maglia di Matthias Sindelar, la valigia di Arpad Wiesz, il pallone della squadra dei panettieri di Kiev: oggetti trovati per caso, ricordi di vite spezzate dal nazismo, esistenze repentinamente scaraventate dal tripudio degli stadi alla violenza cieca e rancorosa di Hitler e dei suoi seguaci.

Tre epopee umane, tre storie raccontate da Giovanni Soldani in un breve, appassionante, a volte commovente monologo.

Questo è, in estrema sintesi, “Invasione di campo” – Storie di numeri sulla maglia e sulla pelle, testo e regia di Umberto Zanoletti.

Ambientazione essenziale: la panca dello spogliatoio, un pallone, scarpe, maglie e tre valigie. Pochi oggetti discreti che catturano l’attenzione del custode che sta pulendo lo stanzone, evocando i ricordi che introducono i protagonisti e suggeriscono le loro epopee.

Qual è il denominatore comune delle tre vicende? Quale filo lega tra di loro i protagonisti?

Il più forte…

View original post 313 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: