Chomsky: il verdetto su Assange è ‘un duro colpo alla libertà di stampa

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

16.02.2021-Pressenza IPA

Quest’articolo è disponibile anche in:Inglese,Portoghese

Chomsky: il verdetto su Assange è ‘un duro colpo alla libertà di stampa’
Foto di Democracy Now

Sebbene il fondatore di WikiLeaks non sarà estradato negli Stati Uniti, la guerra mediatica guidata dall’America non si ferma. In un’intervista esclusiva con il giornalista brasiliano Edu Montesanti, Chomsky si oppone fermamente alle accuse mosse da Washington, secondo cui il giornalista australiano sarebbe una minaccia per la sicurezza americana: “Dietro alla persecuzione diAssange ci sono motivazioni politiche“, afferma il linguista.

Di Edu Montesanti

Lo scorso 4 gennaio la giudice britannica Vanessa Baraitser ha bloccato l’estradizione di Julian Assange dal Regno Unito agli Stati Uniti. Ha ritenuto che, date le condizioni alquanto deleterie delle carceri statunitensi, l’estradizione del fondatore diWikiLeaksfosse un provvedimento ingiusto e oppressivo. La difesa del giornalista australiano sostiene che le condizioni delle carceri statunitensi, compresi l’isolamento,le misure amministrative di sicurezzae le restrizioni più severe nel…

View original post 4.166 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: