Mondiali 2022 in Qatar. Un intreccio tra capitalismo, sport e diritti umani

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Mondiali 2022 in Qatar. Un intreccio tra capitalismo, sport e diritti umani
(Foto di Dario Ruggieri)

In occasione della giornata mondiale dello Sport, pubblichiamo un articolo di@Dario Ruggierisulle violazioni dei diritti umani in Qatar per i mondiali di calcio del 2022.

Quando, nel 2010, la piccola nazione affacciata sul Golfo Persico vinse la candidatura per i Mondiali 2022, fu grande lo stupore tra gli addetti ai lavori e tra i semplici appassionati di calcio.
Dopo 11 anni, allo stupore si sono aggiunte tante ombre. Quella più grande è legata alle molte morti di lavoratori sui cantieri, nati per prepararsi all’evento internazionale del 2022. La maggioranza delle costruzioni sorge attorno a Doha, la capitale qatariota. Un complesso di infrastrutture per un totale di 7 nuovi stadi, un nuovo aeroporto, nuove strade, tantissimi alberghi e addirittura una nuova città, Lusail, che dovrebbe ospitare circa 250.000 abitanti.

Secondo i dati provenienti da fonti governative e rivelati in esclusiva dalThe Guardian, più…

View original post 872 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: