Archive for 12 Maggio 2021

Salviamo Israele

Maggio 12, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "400+ ROCKETS WERE FIRED FROM GAZA INTO ISRAEL #IsraelUnderAttack StandWithUs"

Tel Aviv under attack‼️

Millions of Israelis are in bonks shelters right now. Iron Dome intercepting rockets right now.

View original post

“Basic Income would allow us to gain a social base that is essential to defeat fascism”. Interview with Daniel Raventós

Maggio 12, 2021

Ecumenics without churchs by www.quaccheri.it

12.05.2021 – Barcelona, Catalonia-Daniel Raventós

This post is also available in:Spanish

“Basic Income would allow us to gain a social base that is essential to defeat fascism”. Interview with Daniel Raventós
(Image by Daniel Raventós)

Laure Vega conducted this interview forCatarsimagazine.

We begin, as always, with a brief explanation of what Basic Income is and its defence from a republican perspective: Basic Income is a public, monetary, unconditional and universal allocation. It is the shortest definition of all. The most important thing, what differentiates it from the existing misery in the Kingdom of Spain and here in Catalonia, the Minimum Vital Income and the Guaranteed Income of Citizenship, respectively, are the conditions of access and, of course, that these two are not universal.The Basic Income has two big questions. The first is, is this proposal fair? And the second, if it is fair, how can it be financed?
The first is the great battle, which is why more and more people see it as an…

View original post 5.773 altre parole

Che valore dai alle tue libertà?

Maggio 12, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Caro Maurizio e cari tutti e tutte,

l’udienza di Genova del 28 Aprile ha confermato l’assoluzione in primo grado per Mina Welby e me, per l’aiuto dato a Davide Trentini. Finalmente possiamo voltare pagina. Ma c’è ancora molto che vogliamo e possiamo fare come Associazione Luca Coscioni per il testamento biologico e per l’eutanasia. Grazie alla disobbedienza civile e al processo per l’aiuto a Dj Fabo, nel 2017 abbiamo ottenuto l’approvazione della legge sul testamento biologico e oggi siamo impegnati a farne conoscere il suo grande valore ai cittadini in assenza di una campagna informativa delle istituzioni.

E abbiamo deciso di promuovere un referendum sull’Eutanasia Legale, perché senza una legge dovremmo continuare ad andare avanti caso per caso: dal 1 luglio al 30 settembre dobbiamo raccogliere 500.000 firme per permettere a ciascuno di noi di poter scegliere alla fine della propria vita.

Intanto rispondiamo alle domande in aumento sul biotestamento…

View original post 155 altre parole

Dedicato a mio padre scomparso 30 anni fa

Maggio 12, 2021

Il 13 maggio è il giorno dell’approvazione della Legge 180. Per ricordare questa data è stato previsto un dibattito online a più voci sul libro “Franco Basaglia”, ristampato per le Ed. Alpha beta Verlag di Merano

«“Il mio amico Goffman diceva che uno psichiatra può recarsi senza alcun disagio, anche senza conoscere la lingua, in qualunque manicomio del mondo perché la scena e le quinte non cambiano mai. Si troverà sempre con il suo schizofrenico, con il suo infermiere, con il suo assistente o con il suo direttore”: così Franco Basaglia ribadiva l’immutabilità e la ripetitività di quei luoghi», a ricordarlo a Riforma era stato Peppe Dell’Acqua intervistato a quarant’anni dalla Legge Basaglia. Dell’Acqua, classe ’47, è lo psichiatra che ha avuto la fortuna di iniziare a lavorare con Basaglia fin dai primi giorni triestini, partecipando all’esperienza di trasformazione e chiusura dell’ospedale destinato a persone con disturbi psichici. 

Tuttora vive a Trieste, dove è stato direttore del Dipartimento di Salute mentale per 17 anni, fino all’aprile del 2012. Insegna psichiatria sociale presso la Facoltà di Psicologia dell’Ateneo di Trieste e dirige una collana editoriale chiamata, appunto, come la legge «Basaglia»: 180 – Archivio critico della salute mentale; edita da Alpha e Beta Verlag Edizioni.

«Nelle scelte degli ultimi governi – dice Dell’Acqua – ogni ministero preposto ha sempre deciso di lasciare all’ultimo posto la salute mentale. La Società italiana di epidemiologia psichiatrica continua con serietà a documentare le disparità regionali, le miserie degli investimenti, la mancanza di una reale volontà di governo».

Tra due giorni ricorrerà un’altra data importante, «il 13 maggio non è un anniversario qualunque: è il giorno in cui 43 anni fa è stata approvata la Legge 180. Il giorno in cui la psichiatria ha assunto ufficialmente un volto umano e gentile. 

«Il giorno in cui è stato dimostrato che l’impossibile può diventare possibile, per dirla con le celebri parole di Franco Basaglia, lo psichiatra arrivato a Trieste esattamente cinquanta anni fa e che ha rivoluzionato l’approccio alla sofferenza psichica, convertendo la sua formazione di stampo fenomenologico in una disciplina incarnata nel territorio e ribellandosi alle intollerabili condizioni di vita dei pazienti», ricorda il sito Articolo 21 «Celebrare questa data storica, pertanto – si legge ancora sul sito per la libertà d’informazione e di espressione –, non è un esercizio di retorica per persone nostalgiche, soprattutto se si sceglie di farlo andando alle radici di quell’esperienza per rinnovarne le motivazioni autentiche. Motivazioni che hanno a che vedere con diritti umani». Motivazioni che Mario Colucci, psichiatra che si interessa di filosofia, e Pierangelo Di Vittorio, filosofo che ha lavorato nel campo della salute mentale, hanno scandagliato nel libro dal titolo, appunto: Franco Basaglia. Un volume pubblicato per la prima volta nel 2001 per Bruno Mondadori Editore e da poco ristampato per le Edizioni Alpha beta Verlag di Merano. Una nuova edizione aggiornata e impreziosita della prefazione di Eugenio Borgna.

«Un libro — scrive Borgna — che ricostruisce avvenimenti lontani che nulla hanno perduto della loro febbrile attualità». Infatti, prosegue il decano degli psichiatri italiani, «gli orrori di molti manicomi non ci sono più, ma l’indifferenza con cui da parte di alcune direzioni sanitarie e dell’opinione pubblica si guarda a quello che avviene nei servizi di psichiatria ospedaliera». 

Giovedì 13 maggio, dunque, alle 18 sarà il giornalista Nico Pitrelli, direttore del Master in Comunicazione della Scienza Franco Prattico e autore del testo L’uomo che restituì la parola ai matti. La comunicazione e la fine dei manicomi (Editori Riuniti, 2004) ad aprire l’incontro, alla presenza degli autori, con Michele Zanetti, l’allora presidente della Provincia che chiamò Basaglia alla direzione dell’ospedale psichiatrico di San Giovanni; Franco Rotelli, collaboratore di Basaglia e suo successore alla direzione del Dipartimento di Salute Mentale; Alessia de Stefano, psichiatra a Roma, Gabriella Gabrielli infermiera a Trieste e con l’attrice Sara Alzetta che proporrà dei brani tratti dalla pubblicazione.

L’incontro è promosso da CoPerSaMM, Conferenza Permanente per la Salute Mentale nel Mondo Franco Basaglia, un’associazione nata nel 2010 e ora presieduta dalla psichiatra Giovanna Del Giudice e s’inserisce in Leggere per trasformare, un progetto finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, attraverso il quale si è inteso riprendere pubblicamente il discorso sui temi della cittadinanza e del diritto alla salute promuovendo conversazioni mensili attorno ai libri della Collana 180-Archivio critico della salute mentale, di cui è direttore lo psichiatra Peppe Dell’Acqua.

Sarà possibile seguire l’evento, realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Trieste e con l’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina dalla pagina Facebook di Copersamm. 

Meeting Minutes

Maggio 12, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Meeting Minutes

Bisogna distinguere i primissimi seguaci di Gesù, dopo la sua morte, dagli autori a loro posteriori che hanno scritto i vangeli. I primi hanno un’importanza fondamentale perché sono loro che per anni e forse decenni hanno raccontato e riraccontato ciò che Gesù aveva annunciato e compiuto. E sono i loro racconti che hanno diffuso le varie immagini di Gesù che gli evangelisti si trovarono davanti. Gli autori dei vangeli, invece, scrivono dopo che il messaggio dei seguaci di Gesù era stato tramandato per generazioni e aveva dato luogo a gruppi di credenti, più o meno consistenti e robusti, in molte parti dell’area mediterranea e medio-orientale antica. Bisogna perciò distinguere tra: a) gli eventi della vicenda di Gesù; b) i diversi racconti orali degli eventi della vicenda di Gesù; c) la messa per iscritto dei racconti. In ciò va però tenuto presente che la trasmissione orale continua anche quando…

View original post 474 altre parole


Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, Aspergers syndrom, samhällsdebatt

Pioniroj de Esperanto

esplori la pasinton por antaŭenrigardi = esplorare il passato per guardare avanti

Haoyan Do

stories about English language and people in Asian communities in America and in Asia.

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Luciana Amato

Parole e disincanto

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Acquistaditutto.com

acquistionline,venditeonline,sport,casa,smartwatch,smartphone,iPhone,integratori,cucina,motori,pizza,pasta,

Giornalista Indipendente

Riproduzione Riservata - Testata Giornalistica n.168 del 20.10.2017

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

among Friends

the blog of four Quakers

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore: Stefano Ligorio

Quaker Scot

Occasional thoughts from Troon and beyond

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.