La Germania riconosce lo sterminio delle popolazioni in Namibia come genocidio

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Storica ammissione di Berlino ma non tutte le parti in causa sono soddisfatte, anzi. Da anni le chiese luterane sono impegnate in un percorso di riconciliazione ma molta strada rimane da fare

«Ora, anche in veste ufficiale, chiameremo questi eventi come giusto indicare in una prospettiva odierna: ungenocidio». Poche parole quelle delministro degli esteri tedesco Heiko Maas, ma che cambiano il senso di una vicenda storica. Una ferita profonda del secolo scorso, del tempo del colonialismo europeo in Africa: il massacro sistematico e quasi totale dellepopolazioni Herero e Nama in Namibia, in Africa australe, da parte delle forze militari tedesche in quella che dal 1884 al 1919 si è chiamataDeutsch-Südwestafrika, Africa tedesca del Sud Ovest.

Una stagione oscura quella della presenza di Berlino nei grandi territori namibiani, i cui riflessi arrivano fino all’oggi, con un pugno di discendenti tedeschi a possedere la…

View original post 1.441 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: