L’assordante silenzio italiano sul caso Eni-Congo

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

diMarco Magnano

27 novembre 2020

Un’inchiesta della procura di Milano su un possibile caso di corruzione internazionale getta una nuova ombra sulla principale impresa energetica nazionale. L’analisi nel nuovo rapporto di Re:Common

Che cosa tiene insieme Italia e Repubblica del Congo, due Paesi separati da 5.000 chilometri e da una storia così differente?

La risposta, come sempre, non è così semplice, ma c’è un filo rosso che da decenni vede la più importante impresa pubblica italiana, Eni, molto attiva nell’ex colonia francese. Tuttavia, Eni non è soltanto una tra le più importanti società energetiche al mondo, ma è anche una colonna portante della politica estera italiana, come testimoniano le relazioni con l’Egitto e in generale le politiche nel Mediterraneo.

Questo ruolo, sospeso tra l’ufficiale importanza economica e l’ufficioso ruolo diplomatico, è spesso messo sotto la lente della giustizia. Oggi diversi vertici di Eni sono indagati per corruzione internazionale proprio…

View original post 1.009 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: