Festeggiamo le 1.389 visite di ieri di quaccheri.it con 1029 visitatori unici e 1,33 pagine lette: un risultato storico di ogni epoca in Italia con…

febbraio 2, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Prima parte

Questo è un elenco di persone importanti associate alla Società religiosa degli amici , nota anche come Quaccheri, che hanno un articolo su Wikipedia. La prima parte è costituita da individui noti per essere o essere stati Quaccheri continuamente da un certo punto della loro vita. La seconda parte è costituita da individui i cui genitori erano quaccheri o che erano essi stessi quaccheri una volta nella loro vita, ma poi si sono convertiti a un’altra religione, o che formalmente o informalmente si sono allontanati dalla Società degli amici, o che sono stati rinnegati dal loro incontro di amici . Elenco dei quaccheri –https://it.qaz.wiki/wiki/List_of_Quakers

UN

Elisabeth Abegg (1882–1974), educatrice tedesca che ha salvato gli ebrei durante l’Olocausto

Damon Albarn ( nato nel 1968), musicista, cantautore e produttore discografico inglese

Harry Albright (vivente), ex redattore canadese di origine svizzera di The Friend , consulente per le comunicazioni per…

View original post 472 altre parole

E’ attivo il dominio www.ecumenici.site : da ora!

gennaio 2, 2021

Come sapete siamo contrari al otto per mille religioso e ogni anno al fine di non pagare i domini dei nostri blog cambiamo nome: è in scadenza ecumenici.it e da ora è attivo http://www.ecumenici.site, totalmente gratuito. Passato da Pretestante a quacchero cristiano, non liberale.

Abbiamo raggiunto in venti anni 125.800 persone con un solo blog;

http://www.quaccheri.it si sta dimostrando velocissimo nel numero di lettori in soli 5 anni. Arriverà a superare di certo quello storico. che da protestante è diventato degli Amici solo cristiani. Completamente slegato da Londra.

Grazie a tutti Voi per i successi e un buon anno di letture con

http://www.ecumenici.site

http://www.quaccheri.it con 36.807 lettori al 2/01/2021

http://www.ecumenics.eu in sola lingua inglese per lettori USA con 15.861 lettori

http://www.lessicocristiano.it con 11.803 lettori cimentatasi col greco biblico

http://www.quaccherimedioolona.it per la storia dell’antifascismo varesino con con 12.664 lettori prevalentemente varesini

oltre a quello personale che per scelta religiosa non pubblicizzo ma contiene solo gli altri siti religiosi.

Più di 77.000 lettori è un bel primo traguardo senza un euro in tasca!

Cosmic Concert for Global Astronomy Month 2021

maggio 9, 2021

Ecumenics without churchs by www.quaccheri.it

09.05.2021 – Seoul, Korea-Bereket Alemayehu

Cosmic Concert for Global Astronomy Month 2021

MUSIC

Every year, April is a special month for aspiring astronomers and stargazers all over the world as it is Global Astronomy Month. So what does it feel like attending an online Cosmic Concert organized by Astronomers without Borders?

In fact, the feeling was that of being “One people one Sky”. Just as the motto of the organization proudly claims. Being part of the AWB community myself since 2012, I felt the concert was a motivation to reflect on our deep existence as one people on our planet earth which is part of the Milky Way galaxy and the infinite universe out there.

The cosmic concert by pianist Giovanni Renzo last April 29, 2021 was a collection of compositions and improvisations conceived as a visual and poetic exploration of the universe. The Italian pianist Giovanni Renzo performed his music drawing inspiration from videos…

View original post 481 altre parole

Il nucleare non è la soluzione al cambiamento climatico

maggio 9, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Il nucleare non è la soluzione al cambiamento climatico
Centrale nucleare Diablo Canyon, Unità 1 e 2, USA (Immagine di: NRCgov, CC BY-NC-ND 2.0)

Tutti gli scienziati sono ormai d’accordo sull’asserire che il cambiamento climatico risulta essere una situazione urgente che minaccia la civiltà e la vita sul nostro pianeta. Qualsiasi soluzione deve includere misure per controllare l’effetto serra diminuendo le emissioni, limitando il consumo di carburante e passando a tecnologie alternative che non distruggano l’ambiente umano, conservando l’energia necessaria per sostenere le specie su questo pianeta.

Questa triste realtà ha portato alcuni osservatori di spicco, anche all’interno del movimento ambientalista, ad abbracciare la possibilità dell’energia nucleare. Sappiamo che dai suoi sostenitori è sempre stata proclamata pulita, affidabile, economica e sicura. In realtà, niente di tutto questo corrisponde a realtà.

1) È costoso e rappresenta un rischio enorme per il nostro benessere fisico e mentale. Secondo la U.S. Energy Information Agency, il costo medio della produzione di energia nucleare…

View original post 1.198 altre parole

Firenze: manifestazione di denuncia della violenza in Colombia

maggio 8, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

08.05.2021-Cesare Dagliana

Firenze: manifestazione di denuncia della violenza in Colombia
(Foto di Cesare Dagliana)

Un nutrita partecipazione della comunità Colombiana, dei rappresentanti delle altre comunità sudamericane e dell’ l’associazionismo internazionalista in piazza Santa Maria Novella a Firenze ha denunciato, sabato 7 maggio, il clima di violenza della polizia e dell’esercito colombiano che spara sulla folla.Lo sciopero generale iniziato il 28 aprile è diventata un a vera e propria rivolta dell’opposizione contro le politiche del governo Duque.Foto di Cesare Dagliana

View original post

United States Withdraws From Afghanistan? Not Really

maggio 8, 2021

https://ecumenics.wordpress.com/2021/05/08/united-states-withdraws-from-afghanistan-not-really/

Non solo per la pandemia in corso

maggio 8, 2021

Verso un Welfare più universalistico? Ci vuole un Reddito di base incondizionato!

07.05.2021 – Redazione Italia

Verso un Welfare più universalistico? Ci vuole un Reddito di base incondizionato!

Con un breve estratto dell’introduzione di Guido Cavalca, curatore del volume “Reddito di cittadinanza: verso un Welfare più universalistico?”, pubblicato con licenza Creative Commons nella collana Sociologia delle edizioni Franco Angeli, segnaliamo che  il volume collettaneo è liberamente scaricabile

Le politiche di sostegno al reddito e le politiche del lavoro non hanno vita facile nel nostro paese. Strano, si potrebbe pensare, per l’Italia: un paese che prima della crisi generata dalla pandemia Covid-19 contava 4,6 milioni di poveri assoluti e quasi nove milioni di poveri relativi (dati ISTAT riferiti al 2019), un paese tradizionalmente diviso tra aree territoriali prospere e zone meno sviluppate (non necessariamente secondo la frattura Nord-Sud), un paese con una disoccupazione strutturale e di difficile soluzione. Un paese che avrebbe bisogno di fornire aiuto alle persone con redditi bassi e a quelle senza lavoro. Eppure, di fronte a nuove misure di contrasto alla povertà le reazioni più diffuse nel dibattito pubblico (web, giornali cartacei, televisione e radio) convergono nel denunciare l’assistenzialismo non risolutivo dei problemi sociali, l’abuso e l’illecito da parte di cittadini disonesti, gli effetti sul comportamento di disoccupati, più o meno poveri, che finalmente possono coronare i loro sogni di ozio e, naturalmente, l’aumento del debito pubblico. La metafora del divano è senza dubbio la più usata e da diverso tempo ; tipico strumento utilizzato da coloro i quali coltivano una sfiducia atavica nell’essere umano, peraltro indimostrata dal punto di vista scientifico. L’immagine di una massa di disoccupati che trascorrono le loro giornate sul divano di casa a godersi il bottino sottratto alle casse dello stato è non solo ridicola, se vista attraverso le lenti delle scienze sociali, ma è anche tanto popolare (perché ripetuta continuamente) quanto pericolosa, in particolare proprio per i beneficiari effettivi e potenziali di politiche pubbliche necessarie a contrastare gli effetti delle disuguaglianze sociali. Il Reddito di cittadinanza rappresenta per il nostro paese una novità davvero rilevante perché introduce per la prima volta in modo strutturale un intervento di carattere universalistico su base nazionale contro la povertà. E da questo nasce il primo impulso per la scrittura di questo volume. È vero che già il Reddito di Inclusione (ReI), entrato in vigore a inizio 2018 costituiva una misura universalistica nel suo impianto, ma era talmente poco generosa (187 euro mensili in media al soggetto povero che vive da solo) da inficiarne l’efficacia di contrasto alla povertà. Si è trattato di un’innovazione del welfare nostrano importante ma poco coraggiosa , che ha iniziato a rompere l’inerzia del sistema italiano di cui questo volume parla ampiamente. La parte più critica della nuova misura viene spesso individuata nell’attivazione di quella parte di beneficiari in grado di lavorare (si tratta di circa la metà dei soggetti coinvolti e tra questi il 90 per cento ha sottoscritto il Patto per il lavoro). Da questo punto di vista, come hanno sottolineato tanti esperti della materia, l’impianto del ReI, che prevedeva il coinvolgimento dei servizi per l’impiego privati per il (re)inserimento dei disoccupati nel mercato del lavoro, appare più convincente e di immediata attuazione rispetto a quello proposto dal RdC che è centrato sui Centri per l’Impiego pubblici e, per questo, presuppone un lungo e complesso investimento, non solo finanziario, sulla loro riqualificazione. Anche la parte di reinserimento sociale di questo provvedimento viene molto criticata sulla base del confronto con il ReI, che prevedeva il protagonismo del terzo settore oltre a quello delle amministrazioni comunali. Il RdC, anche in questo caso, riserva un ruolo centrale all’amministrazione pubblica e proprio per questo viene giudicato inefficace. Questi tre aspetti – l’idiosincrasia per forme universalistiche di sostegno al reddito, la novità nel welfare italiano e le difficoltà di applicazione (nel breve periodo e di alcuni aspetti) della misura – sono all’origine del volume che leggete.

DOWNLOAD

“Il futuro siamo noi”, documentario sui bambini in lotta per migliorare il mondo

maggio 7, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

07.05.2021Bruna Alasia

“Il futuro siamo noi”, documentario sui bambini in lotta per migliorare il mondo

José Adolfoandava a scuola nella città di Arequipa, in Perù, quando osservando come alcuni compagni di classe non avessero né materiale didattico, né colazione, ma il cestino della spazzatura traboccasse di carta e bottigliette di plastica, a sette anni ha avuto l’idea di fondare una banca ecologica attraverso la raccolta dei rifiuti, in modo da difendere l’ambiente e mettere insieme qualche soldo. Portando cinque chili di rifiuti riciclabili i bambini possono aprire un conto e per mantenerlo aperto continuare con almeno un chilo al mese. Come ricompensa ricevono una moneta per acquistare prodotti direttamente dalla banca o cambiarla con dei soldi veri. A distanza di sei anni, i bambini dagli 8 ai 10 anni coinvolti in questo progetto sono circa 3.000.

In India, a Nuova Delhi, Balaknama, in italiano “La voce dei bambini”, è un giornale mensile scritto dai piccoli che vivono e lavorano per…

View original post 376 altre parole

In memoria della Rosa Bianca

maggio 7, 2021

SOPHIE
A cento anni dalla nascita di Sophie Scholl (9 maggio, 1921 – 2021) la ricordiamo come una stella nel firmamento della nonviolenza.
Sophie è una delle madri della nonviolenza moderna europea. La sua storia dovrebbe essere studiata nelle scuole, per far capire ai ragazzi di oggi quanta potenzialità c’è nelle loro vite. Il suo esempio è un antidoto al qualunquismo, al fascismo, al menefreghismo che sta dilagando: “Le minacce non ci spaventano, nemmeno la chiusura delle nostre scuole. Tocca ad ognuno di noi lottare per il nostro futuro, per la nostra libertà e il nostro onore rispondendo alla nostra responsabilità morale”.
Sophie è morta a 22 anni, uccisa dai nazisti per le sue attività nel gruppo resistente Weiße Rose, la Rosa Bianca.
Il gruppo era composto da cinque ragazzi: Hans Scholl, Sophie Scholl, Christoph Probst, Alexander Schmorell e Willi Graf, tutti poco più che ventenni. Ad essi si unì il loro professore, Kurt Huber. Insieme diffusero opuscoli e volantini che chiamavano i tedeschi ad ingaggiare la resistenza passiva, la nonviolenza e la non-collaborazione contro il regime nazista. La Rosa Bianca fu attiva dal giugno 1942 al febbraio 1943, quando i componenti del gruppo vennero arrestati, processati e condannati a morte mediante decapitazione. Sophie amava la danza, mentre andava al patibolo, il 22 febbraio del 1943, disse: “È una giornata di sole così bella, e devo andare…”.
La rosa bianca è simbolo di amore, purezza, innocenza, luce: il bianco è un colore spirituale. Nella sua breve esistenza terrena Sophie ha davvero coltivato una rosa bianca, che sboccia ancora ogni volta che facciamo rivivere la nonviolenza attiva.

Mao Valpiana

La cacciata medioevale degli ebrei di Sicilia

maggio 7, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

Sul sitohttp://www.ecumenici.itche in questi giorni ha una impennata di visualizzazioni, esistono anche file.doc difficili da trovare come questo:

Nasce “Har Sinai”, comunità ebraica a Bergamo - BergamoNews

http://www.corrieredaristofane.it

Una tragedia medievale:

l’espulsione degli ebrei di Sicilia.

E’ il 18 giugno 1492, un editto di Ferdinando il cattolico impone senza condizioni che gli ebrei devono abbandonare per sempre la Sicilia entro tre mesi, pena la morte.

Gli ebrei erano vissuti in Sicilia dai tempi biblici e in ogni modo la trinacria era stata una delle terre più importanti dove si erano fermati, partiti dalla Palestina all’inizio della diaspora nel 70 d.c.

La Sicilia è stata abitata, fino all’anno 1492, da un numero d’ebrei, in percentuale alla popolazione residente, superiore a quelli presenti in qualsiasi altra regione o stato europeo o del bacino del mediterraneo. Le percentuali di presenza nel territorio siciliano purtroppo non sono certe, ma esse oscillavano da un minimo del cinque percento per città ad un…

View original post 2.885 altre parole

Brazil: the impacts of wildcat mining for women

maggio 7, 2021

Ecumenics without churchs by www.quaccheri.it

06.05.2021 – Brasil de Fato-Pressenza London

Brazil: the impacts of wildcat mining for women
Illustration: The Struggle of Indigenous Women in Brazil – Fernando Bertolo

Indigenous peoples live in distress, anguish, and fear due to the illegal activity and the risk of mercury contamination

By Martha Raquel

Illicit mining activityhas daily impacts on indigenous peoples in Brazil. Invasions ushered by wildcat mining meddle and disrupt the dynamics and lives of communities in the north of the country.

Women bear the brunt of wildcat mining, carrying a triple burden: besides suffering the effects of toxic mercury and caring for the sick in the communities, they are the victims of sexist and misogynistic forms of violence.

An indigenous woman who preferred to remain anonymous – and who lives in a region so violent that the editors chose to occlude even her general placement to avoid further exposure – affirmed that the areas occupied by wildcat miners turn…

View original post 768 altre parole

Myanmar, 200 Ong chiedono all’Onu l’embargo sulle armi alla giunta militare

maggio 7, 2021

Quaccheri e cristiani non evangelici senza chiesa

06.05.2021 – Brando Ricci-Agenzia DIRE

Myanmar, 200 Ong chiedono all’Onu l’embargo sulle armi alla giunta militare
(Foto di Agenzia Dire)

Le associazioni denunciano la morte di 769 persone e 4.750 arresti durante le proteste contro il regime militare che ha preso il potere con un colpo di Stato, arrestando il Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite “imponga immediatamente unembargo complessivo globale sulle armi” alla giunta militare al potere inMyanmarper “prevenire ulterioriviolazioni dei diritti umani sui manifestanti pacifici“. A lanciare l’appello sono oltre200 Ong locali e internazionali, tra le quali l’Asean Parliamentarians for Human Rights, Fortify Rights eAmnesty International. Già lo scorso febbraio ben 137 organizzazioni per i diritti avevano inviato un appello simile all’Onu.

LEGGI ANCHE:VIDEO | Myanmar, il ministro Soe: “Il piano dell’Asean è deludente”

QUASI 800 MORTI E 5000 ARRESTI NELLE PROTESTE

Stando ai dati diffusi…

View original post 237 altre parole


Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Kreativ text, annorlundaskap, dikter, bipolaritet, aspergers syndrom, samhällsdebatt

Pioniroj de Esperanto

esplori la pasinton por antaŭenrigardi = esplorare il passato per guardare avanti

Haoyan Do

Casual Notes Along The Margin

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Luciana Amato

Parole e disincanto

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Acquistaditutto.com

acquistionline,venditeonline,sport,casa,smartwatch,smartphone,iPhone,integratori,cucina,motori,pizza,pasta,

Giornalista Indipendente

Riproduzione Riservata - Testata Giornalistica n.168 del 20.10.2017

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

among Friends

the blog of four Quakers

Medicina, Cultura, e Legge

Articoli su Medicina, Legge e Diritto, ma anche Aforismi, Riflessioni, e Poesie. Autore Stefano Ligorio

Quaker Scot

Occasional thoughts from Troon and beyond

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

Travel With The Wolf

Viaggiare è come leggere un Libro d'avventura , ci si immerge completamente in culture sempre diverse , con tradizioni storiche meravigliose , con cibi dai mille sapori con fiori dai mille profumi e con il colore più bello , quello della libertà MWT